Tana Toraja: sacro e profano

Tana Toraja: sacro e profano

Pubblicato il: 15/02/2019 / Autore: Tiziana Segato / N. visualizzazioni: 517
Tana Toraja: sacro e profano

Tana Toraja, qui cultura, sacro e profano si mescolano dando vita ad argomenti e situazioni ai limiti dell'incredibile. Iniziamo col dire che Tana Toraja si trova ad est del Sulawesi, siamo in Indonesia. Siamo arrivati in volo da Singapore ma si può arrivare anche da Bali a Makassar e poi abbiamo percorso otto ore di macchina con varie soste per arrivare a Rantepao che è una buona base di partenza vicina a tutti i maggiori siti di interesse di Tana Toraja. Abbiamo alloggiato direttamente a Tana Toraja all'hotel Toraja Heritage, un comodissimo spazioso albergo con tanto di piscina e Spa costruito nello stile tradizionale delle case di Tana Toraja (i Tongkonan) strane case con il tetto a forma di barca. 

Al nostro arrivo in hotel siamo stati accolti con del fresco succo di guava e degli asciugamani profumati, abbiamo cenato e siamo stati accompagnati nelle nostre stanze dotate di tutte le comodità, tv compresa. Il giorno dopo la nostra guida di nome Alphius che parla perfettamente italiano ci ha accompagnati in macchina a Lemo 10 Km a sud di Rantepao, la zona di sepoltura più interessante di Tana Toraja, con una parete rocciosa che mostra un’intera serie di balconate di tau tau. I tau tau sono le effige lignee dei morti le cui tombe sono scavate nelle rocce. I toraja credono che sia possibile portare i propri averi nell’aldilà, per questo i defunti vengono generalmente sepolti con molti oggetti di valore. Poiché in passato tale usanza portò alla profanazione delle tombe, i toraja incominciarono a nascondere i propri morti nelle caverne. Queste nicchie nella roccia vengono ancora oggi preparate da specialisti. Le bare sono poste in fondo alle grotte mentre i tau tau si affacciano da balconi davanti le porte delle nicchie a guardia del luogo.

Un posto speciale lo meritano i corpi dei bambini defunti da 0 a 6 mesi che vengono invece sepolti in nicchie scavate in maestosi giganteschi alberi che finiscono con l'inglobare al loro interno il corpo. In questo modo l'albero è vita, si erge verso il cielo in un poetico incontro con il defunto. A Tana Toraja il culto dei morti impone solenni funerali (i tomate) per le caste più alte dove vengono allestiti villaggi provvisori ed invitati amici parenti e gente dai villaggi vicini, i più poveri portano in dono sigarette, quelli più abbienti portano maiali o bufali che vengono sacrificati durante i giorni in cui si svolge il funerale. Più la famiglia è ricca e benestante più animali vengono sacrificati, e mangiati in una cerimonia che può durare fino a cinque giorni. Sebbene il cristianesimo abbia indebolito alcune credenze tradizionali, le cerimonie religiose costituiscono ancora un elemento integrante della vita di questo popolo. Anche i bufali rappresentano ancora un simbolo di prestigio sociale per i Toraja e ricoprono un ruolo fondamentale in molte cerimonie religiose. Questi animali sono associati alla ricchezza e al potere.

Non perdete il mercato di Tana Toraja ogni martedì e sabato! potrete girare tra banchi di colorata frutta, verdura, foglie di tabacco essiccate, animali e merci di ogni sorta, un tripudio di colori e odori che vi inebrierà i sensi. Non mancherete di vedere bufali che vengono accuditi lavati e lustrati in previsione della loro vendita, non sfuggirete al piacevole caos che regna nel mercato tra gente che contratta animatamente sulle merci in vendita stese in terra. Noterete anche uomini seduti in terra che hanno dei galli in mano e che li girano e rigirano osservandone il piumaggio controllandone le zampe ed il becco, si tratta dei galli da combattimento che vengono scelti al mercato venduti e comprati secondo rigide regole che conoscono solo i venditori. Non mancherete di scattare foto fantastiche e troverete persone saranno ben disposte nei vostri confronti. Tana Toraja riserva di certo un’esperienza unica al mondo, il sacro si mescola al profano e voi tornerete cambiati profondamente da questa magica esperienza nella terra del sulawesi.

 

 

Condividi il viaggio su Facebook

Questo articolo ti è piaciuto? Vuoi ricevere maggiori informazioni?

Compila il modulo e sarai subito ricontattato da un nostro consulente

Leggi queste condizioni di privacy e acconsenti