L'anima del popolo Birmano

- Birmania -

L'anima del popolo Birmano

Destinazione: Birmania / Durata: 13 Giorni
L'anima del popolo Birmano

Hotel 5 stelle e guida in italiano

LE TAPPE - L'anima del popolo Birmano

Giorno 1

Italia-Yangon (-/-/-)

 

Partenza dall'Italia

Giorno 2

Yangon (-/-/Cena)

 

La grande pagoda Shwedagon e’ chiamata anche “la montagna d’oro”, di quasi 100 m d'altezza, coperta da 2 tonnellate d’oro, si erge su un colle di 60 m. Visibile da tutta la città, e l’ombrello alla sua sommita’ e’ ricoperto da migliaia di pietre preziose.Nel 1920 Somerset Maugham la descriveva così: "La Shwedagon si erge superba, luccicante nel suo oro, come una improvvisa speranza nella notte scura dell'anima". Arrivo all’aeroporto internazionale di Yangon , incontro con la guida locale parlante italiano. Trasferimento in hotel (non include early check in ne’ pranzo). Le visite cominciano con il grande Buddha reclinato (Chaukhtatgy), lungo 70 metri, custodito in un grande capannone a forma di pagoda, e poco distante dall'imponente pagoda Shwedagon, il simbolo del paese, interamente ricoperta d’oro, che si visitera’ al momento piu’ bello, durante il tramonto. Quando, nel 486 a.C., Buddha mori’, le sue reliquie furono suddivise in otto parti, per custodire le quali furono costruiti otto grandi stupa. Buona parte della sua importanza è dovuta anche all'enorme cono dorato di quasi 100 m. D'altezza, coperto da 2 tonnellate d’oro, che si erge su un colle di 60 m. Visibile da tutta la città, e dall’ombrello alla sommita’ ricoperto da migliaia di pietre preziose. Cena in ristorante locale. Pernottamento in hotel

Giorno 3

Yangon -Kyaikthyio (Colazione/Pranzo/Cena)

 

Prima colazione. Di primo mattino partenza per la visita di Kyaikthyio, la " Roccia d'oro", a circa 180 km da Yangon (4 ore di strada), un monte ritenuto sacro che ha un grosso masso coperto di foglie d’oro situato prodigiosamente in equilibrio sul bordo di una roccia. Sulla cima del masso adagiata una piccola pagoda dorata che contiene una reliquia del Buddha. Per salire si prendono dei camion alla base del monte Kyaikthiyo, adibiti al trasporto dei pellegrini, che arrancano sulla tortuosa ascesa, per un avventurosa salita lungo i tornanti. ( suppl per cabinovia se funzionante circa usd 10 p.P.) Cena e pernottamento in hotel

Giorno 4

Kyaikthyio-Yangon (Colazione/Pranzo/Cena)

 

Prima colazione. Discesa del monte sempre allo stesso modo. Partenza in macchina per la visita dell’antica capitale Bago (l'antica Pegu). Visita del Buddha sdraiato gigante, “Shwethalyaung” lungo 55 m e alto 16. Rientro a Yangon. Sulla via del ritorno si sostera' alla pagoda Kyaik Pun, con 4 Buddha giganti alti 30 m seduti schiena a schiena, e a tempio “nat” per la protezione dei guidatori. Trasferimento in hotel. Relax. Cena e pernottamento.

Giorno 5

Yangon -Bagan (Colazione/Pranzo/Cena)

 

Verso la metà dell'XI secolo Bagan, sotto il re Anawrahta (1044-1077), divenne un regno unico iniziando la sua età dell'oro, dove la cultura Mon e soprattutto la sua forma di Buddhismo Theravada esercitò un'influenza dominante. Il re divenne un convinto sostenitore delle idee e delle pratiche Theravada iniziando un programma di grandi costruzioni a sostegno della nuova religione. Dal regno di Anawrahta, fino alla conquista da parte delle forze di Kublai Khan nel 1287, la zona è stata il centro vibrante di una frenetica architettura religiosa. Prima colazione. Di primo mattino trasferimento in aeroporto per Bagan con volo di linea aerea locale. Si approfitta delle ore piu’ fresche della giornata per la visita di Bagan, la localita’ piu’ affascinante della Birmania. Sosta presso il colorato mercato tipico Nyaung-oo, visita della zona archeologica e alle pagode piu’ importanti e scenografiche, come la splendida Shwezigon pagoda, il cui stupa e’ diventato il prototipo per tutte le altre pagode in Birmania. Un’altro dei templi piu’ suggestivi che si visitera’ e’ Ananda risalente al 1100, voluto dal re Kyanzittha, figlio di Anwaratha. Costruito con bianche guglie a voler simboleggiare le cime innevate delle montagne Himalayane, ospita all’interno 4 statue di Buddha in piedi, alte 9 metri. E’ un magnifico esempio dell’arte Mon, e presenta la struttura a croce greca. Si visitera’ anche il particolare tempio Manuha. Secondo la leggenda questa pagoda venne costruita nel 1059 da Manuha, il re mon fatto prigioniero da Anawratha dopo la conquista di Thaton, per rappresentare la sua insofferenza alla reclusione. All'interno, le tre statue del Buddha seduto che guardano l'ingresso dell'edificio e quella reclinata in nirvana nel retro, schiacciate dai muri che le circondano, simboleggiano la tensione e la sofferenza sopportate da Manuha. Pranzo in ristorante locale. Trasferimento in hotel e relax. Pomeriggio: proseguimento della visita che includera’ anche un laboratorio della lacca, prodotto artigianale magnifico tipico di Bagan, e altri templi. Indimenticabile il tramonto che si potra’ ammirare dall’alto. Cena e pernottamento.

Giorno 6

Bagan (Colazione/Pranzo/Cena)

 

Prima colazione. Continua la visita di Bagan con altre spettacolari templi e pagode, come il tempio di Thatbyinnyu. Il suo nome significa onnisciente, uno degli attributi del Buddha. Innalzato a metà del XII sec. Da Alaungsithu raggiunge i 60 m. D’altezza ed è uno degli edifici più alti della piana da dove, prima del 1994, si poteva godere di uno dei panorami più belli. Si dice che la piccola pagoda adiacente, la Tally,sia stata costruita mettendo da parte un mattone per ogni diecimila usati nella costruzione di Thatbyinnyu. Visita di altri templi e pagode scenografiche. Pranzo in ristorante locale. Nel pomeriggio si visita il villaggio di Minnanthu, dove si trovano pagode dagli importanti affreschi, in un ambiente rurale di grande serenità. Cena in ristorante tipico con intrattenimento. Pernottamento.

Giorno 7

Bagan -Mandalay (Colazione/Pranzo/Cena)

 

Capitale dal 1857 al 1885, è oggi un importante centro culturale, religioso e commerciale del Myanmar centrale. Qui si alternarono le capitali birmane dopo la caduta di Bagan, fino alla sua caduta durante la dominazione inglese e la fuga avventurosa dell’ultimo Re birmano in India. Varie costruzioni nella citta’ e nei dintorni, testimoniano gli antichi splendori dell’ultimo regno birmano. Dopo prima colazione trasferimento in macchina per Mandalay (circa 5 ore) Pranzo in ristorante locale all arrivo.Nel pomeriggio visita di Mandalay. Visita all’ultima testimonianza degli splendori del regno, il Monastero Shwenandaw, dai bellissimi intarsi di legno.L'edificio originale, il cui nome significa "Palazzo d'Oro", era l'appartamento privato di re Mindon. Alla sua morte avvenuta nel palazzo, il figlio Thibaw (lo sfortunato ultimo re) decise di smantellarlo per ricostruirlo ai piedi della Mandalay Hill e farne un luogo di meditazione. Il monastero, un meraviglioso esempio di arte tradizionale birmana, è anche l'unico superstite degli edifici del Palazzo Reale andati completamente distrutti durante la seconda guerra mondiale. Visita della Pagoda Kuthodaw, detta il libro piu grande del mondo a causa delle migliaia di steli di marmo, e si conclude con uno splendido panorama su tutta la citta’, dalla collina di Mandalay.Trasferimento in hotel.Relax. Cena e pernottamento

Giorno 8

Mandalay (Colazione/Pranzo/Cena)

 

Prima colazione. Si inizia con la visita dell'affascinante Amarapura, antica capitale sulla costa orientale del fiume Irrawaddy a pochi Km da Mandalay . Vi si visita il più grande monastero del Paese, il mahagandayon monastery, amarapura, che ospita più di 1000 monaci e dove si può assistere alla processione e al loro pasto comunitario. Lì accanto, le acque poco profonde di un lago che durante la stagione secca si prosciuga, sono attraversate da un vecchio ponte pedonale tutto in legno di tek chiamato il ponte U Bein, lungo 2 km. Ancora oggi è il ponte in tek più lungo del mondo: per la sua costruzione. Qui passeggiano monaci, anziani, e giovani coppie, in un’atmosfera di grande serenità. Pranzo in un ristorante locale. Nel pomeriggio proseguimento della visita in battello locale di Mingun, antica città reale a soli 11 km da Mandalay , sulla sponda opposta del fiume. Si osservano bei panorami e scene della vita fluviale. Visita alla zona archeologica di Mingun che include l’immensa pagoda incompiuta, ormai un’amasso di mattoni simile ad una montagna. Quindi visita alla campana più grande del mondo, dal peso di 90 tonnellate, e alla bianca pagoda Myatheindan con 8 terrazze concentriche, un affascinante architettura che incanta, e che fu fatta costruire nel 1816 dal Re Bagyidaw in memoria di una delle sue mogli più amate. Rientro a Mandalay per la cena in ristorante. Pernottamento in hotel a Mandalay .

Giorno 9

Mandalay-Loikaw (Colazione/Pranzo/Cena)

 

Prima colazione. Trasferimento in aeroporto e partenza per Heho con volo di linea aerea locale. Arrivo a Heho e partenza per Kakku, Burma, percorrendo in macchina una via di montagna, e proseguimento per altri 50 Km a sud fino a raggiungere un territorio letteralmente disseminato di pagode bianche, oltre 2500 in uno spazio circoscritto di circa un Km quadrato. Kakku è una importante località archeologica. Dallo stupa più in alto più antico (forse XII secolo, epoca del sovrano di Bagan Alaungsithu) Hsutaung-Pye Zedi, partono file ordinate di stupa più piccoli secondo due diverse tipologie costruttive entrambe ricoperte di uno stucco bianco. Pranzo in ristorante locale Al termine delle visite, proseguimento per Loikaw. Arrivo in circa 4 ore. Sistemazione in hotel. Cena e pernottameno in hotel a Loikaw.

Giorno 10

Loikaw (Colazione/Pranzo/Cena)

 

Intera giornata visita ai villaggi di etnia Kayah e Padaung. I Kayah, sono una etnia della popolazione Karen di lingua tibeto-birmana. Tra le varie etnie della zona i famosi Padaung conosciuti per le “donne dal collo lungo” per l’antica usanza di portare anelli d’ottone intorno al collo (si dice che fosse un sistema per difendersi dagli attacchi di animali feroci mentre le donne lavoravano nelle campagne, tanti anni fa). Le case sono su palafitta con l’immancabile tempio del culto dei Nat, gli spiriti venerati dalle popolazioni tribali. Visita ai villaggi nei dintorni per conoscere le interessanti usanze e stile di vita locale.Pranzo e cena in ristoranti locali. Pernottamento in hotel

Giorno 11

Loikaw-Inle (Colazione/Pranzo/Cena)

 

Prima colazione e partenza in auto per Pekon, in terra Padaung a circa due ore da Loikaw. Interessante sosta presso il progetto della ONLUS “Una Mano per i Bambini”. La piccola scuola, realizzata con donazioni degli italiani, si raggiunge con una minima deviazione di 15 minuti, per arrivare al villaggio di Mobye e quindi alla scuola dove ci sono i bambini che vi accoglieranno con gioia. Si trova nel villaggio di Su Paung. Accanto alla scuola, si trova anche una clinica Si prosegue poi in barca per il villaggio di Sagar, 64 chilometri a sud di Nyaung Shwe, che un tempo fu la capitale del regno Shan. Visita delle antiche pagode, vecchie di 700 anni. Si passa attraverso una strettoia panoramica, il "canale dell’orco".Seconda colazione in ristorante locale sul lago. Nei dintorni vi sono numerosi villaggi abitati dalle minoranze Pa O e Intha, si visitano villaggi specializzati nei vasi con grandi forni scavati nella terra, e nella produzione di vino dal riso. Arrivo a Inle sistemazione in hotel. Cena e pernottamento.

Giorno 12

Inle (Colazione/Pranzo/Cena)

 

Il lago Inle e’ uno specchio d’acqua poco profondo, di una ventina di chilometri di lunghezza e una decina nel suo punto piu largo. E’ limpido, e di particolare suggestione a causa di diversi fattori ambientali, la serenità della gente e la soavità dei panorami. In questo luogo eccezionale gli 80.000 abitanti dell’etnia degli Intha che vuol dire “Figli dell’Acqua”, vivono, lavorano, studiano, pregano: tutto sull’acqua! Dopo la prima colazione ci si imbarca su motolance e inizia subito il Tour del lago Inle, con seconda colazione in ristorante: il lago e’ molto bello ed estremamente pittoresco, e subito vi prendera’il cuore con la magia dei suoi panorami!Il lago di Inle, lungo 22 chilometri e largo 11, è una vera bellezza naturale. In questo luogo unico al mondo, gli 80.000 abitanti dell’‘etnia degli Intha che vuol dire “Figli dell’Acqua”, vivono, lavorano, studiano, pregano: tutto sull’acqua! Gli Intha inoltre esercitano la loro attività di pescatori con nasse (trappole coniche) e reti, stando in piedi sulle piccole imbarcazioni e remando con una gamba in modo davvero particolare. Visita dei famosi orti e giardini galleggianti, il monastero detto “dei gatti che saltano”, e la pagoda Phaung Daw Oo Kyaung e dei villaggi su palafitte in mezzo al lago, collegati da ponticelli di legno. Rientro al tramonto. Cena e pernottamento in hotel.

Giorno 13

Yangon -Italia (Colazione/-/-)

 

Prima colazione e trasferimento in aeroporto a Heho, volo per Yangon. Arrivo e proseguimento delle visite a Yangon, compatibilmente con l’orario del volo internazionale. Trasferimento in aeroporto e partenza.

Giorno 14

Giorno 15

Giorno 16

Giorno 17

Giorno 18

Giorno 19

Giorno 20

Giorno 21

Giorno 22

Giorno Hotel

Yangon - Melia Dlx

192 Kabar Aye Pagoda Rd, Bahan, Myanmar (Burma)


Kyaikthyio - Mountain Top

Mar Lar Hpu, Myanmar (Burma)


Bagan - Aureum Palace Dlx

Bagan Nan Myint Tower, Nyaung-U, Myanmar (Burma)


Mandalay - Mandalay Hill Resort Sup

No.(9), Kwin (416.B), 10th Street At the foot of Mandalay Hill Aungmyaythazan Township, Mandalay 100101, Myanmar (Burma)


Loikaw - Keinnara Resort

U Khun Li Street, Naung Yah (A) Quarter, Loikaw 20101, Myanmar (Burma)


Inle - Inle - Sofitel Dlx

Inle Lake, Myanmar (Burma)


Giorno INGiorno OUT HotelNotti
23Yangon - Melia Dlx 1
34Kyaikthyio - Mountain Top 1
45Yangon - Melia Dlx 1
57Bagan - Aureum Palace Dlx 2
79Mandalay - Mandalay Hill Resort Sup 2
911Loikaw - Keinnara Resort2
1113Inle - Inle - Sofitel Dlx2

Giorno Mappa

Giorno costi

 

Costo per una persona in camera doppia.
€3,160.00
Inclusioni
Hotel di categoria prevista come nell’itinerario sulla base di 2 persona/camera.
Pasti come menzionati nel programma.
Guida parlante italiano dove prevista.
Autovettura privata per tutte trasferte ed escursioni via terra.
Altri mezzi di trasporto come descritti nel programma.
Tutti gli ingressi come previsti nel programma.
Esclusioni
Costo del visto in arrivo (se previsto).
Tutti i voli dall'Italia.
Voli interni solo quando non specificatamente inclusi (comprese le tasse aeroportuali).
Pasti non menzionati.
Spese personali
Mancia per la guida e autista.
Qualsiasi altra spesa non specificata nella quota include.
Note
Il programma può essere soggetto a variazione senza preavviso a causa di cambiamenti di orario e/o cancellazione da parte delle compagne aeree locali.
Gli hotel possono essere oggetto di cambiamento fino al momento della prenotazione.

Giorno ✈ costi trasferimenti (non inclusi)

TrattaGiorno Costo
Italia - Yangon1da definire
Yangon - Bagan5Incluso
Mandalay - Loikaw9Incluso
Yangon - Italia13da definire

Ti è piaciuto questo viaggio, vuoi richiedere più informazioni?

Compila il modulo e sarai subito ricontattato da un nostro consulente

Leggi queste condizioni di privacy e acconsenti