Warning: get_object_vars() expects parameter 1 to be object, null given in /var/www/clients/client24/web32/web/lib/stats.sito.lib.php on line 145
Il Borneo malese: itinerario culturale e naturalistico

Il Borneo malese: itinerario culturale e naturalistico

- Malesia -

Il Borneo malese: itinerario culturale e naturalistico

Destinazione: Malesia / Durata: 12 Giorni
Il Borneo malese: itinerario culturale e naturalistico

Questo è un tour in Malesia di interesse culturale/naturalistico che porta alla scoperta della grande biodiversità del monte Kinabalu, del fascino coloniale della città dei Rajah bianchi e il folklore della civiltà indigena degli Iban, temibili ex cacciatori di teste.

Kuching, Nanga Sumpa, Mulu National Park, Kota Kinabalu, Sukau

 

 
 
DA NON PERDERE
 
 

Incontro con antiche tribù che vi mostreranno le loro attività quotidiane, ma che vi racconteranno anche antiche storie e rituali che erano soliti tenere.

Gioca e prepara gustose merende agli Oranghi e parti a bordo di una tradizionale barca in legno alla ricerca delle scimmie nasiche, simpatici animali tipici della zona.

Kota Kinabalu, dove storia e modernità, mare, bellezze naturali e vivace vita notturna convivono insieme creando così una cità perfetta per tutti.

 
 
 
SERVIZI ESCLUSIVI
 

Trasferimento casa / aeroporto (e viceversa) con autista privato oppure parcheggio VIP con accesso diretto all'aerostazione

Alla partenza Fast Track con accesso diretto a controlli di sicurezza e area imbarchi tramite un percorso riservato

Accesso VIP Lounge e all'arrivo Fast Track (assistenza individuale) e trasferimento in albergo con autista.

Check in anticipato e/o check out posticipato all'arrivo e alla partenza secondo necessità

Cena di benvenuto con bottiglia di vino di pregio offerta da Alchimia d'Oriente

Ampia disponibilità di Spa e/o trattamento benessere 

Lezioni di yoga o thai chi o altre arti orientali (secondo disponibilità)

Esperienza di cucina locale, con anche possibilità di cucinare in prima persona

Possibilità di partecipare a eventi, mercati e cerimonie fuori programma a vostra richiesta

Guida e autista privati ad ogni escursione con assistenza h 24 in loco e dall'Italia e assicurazione medica.

Percorsi privilegiati durante le visite con accesso diretto ai siti e possibilità di ingresso in luoghi e residenze riservati.

 
cliccate qui per i dettagli sulle condizioni di fruizione dei Servizi Esclusivi

LE TAPPE - Il Borneo malese: itinerario culturale e naturalistico

Giorno 1

Italia-Kuching (-/-/-)

 

Partenza dall'Italia.

Giorno 2

Kuching (-/-/-)

 

All’arrivo a Kuching, ritiro bagagli e trasferimento presso il Riverside Majestic Hotel per il check in, previsto dopo le ore 14.00. Partenza per Semenggoh Orang Utan Centre, a circa 20 km a sud di Kuching. Questa riserva naturale ospita una colonia di oranghi, specie minacciata in via di estinzione: un tempo essi venivano cacciati prevalentemente per la loro pelliccia o tenuti illegalmente come animali domestici, ma finalmente ora vengono addestrati a sopravvivere in natura e a difendersi prima di essere rilasciati in libertà. “Orang Utan” nella lingua malese significa “Uomo della Foresta” ed è un primate autoctono delle foreste pluviali, presente nel Borneo malese ed indonesiano - e nell’isola di Sumatra. I geni degli orang utan sono simili a quelli dell’uomo per il 96% e sono quindi considerati tra gli animali più intelligenti in natura. Il loro ciclo di vita può arrivare a circa 40 anni : la femmina di orango può partorire ogni 7/8 anni, per un massimo di 4 piccoli: in questo lungo periodo il piccolo impara a diventare indipendente e vive sempre con la madre – il periodo “infantile” può durare fino a 10 anni! Questo lento ciclo riproduttivo è una delle cause del pericolo di estinzione di questa specie animale. Durante il “feeding time” i visitatori avranno l’opportunità, con un pizzico di fortuna, di osservare gli orang utan oscillare tra i rami degli alberi per avvicinarsi alla piattaforma dove i ranger hanno lasciato frutta e verdura. Al termine della visita, rientro a Kuching. Serata libera. Pernottamento.

Giorno 3

Kuching-Nanga Sumpa (Colazione/-/Cena)

 

Prima colazione in hotel e check out. Partenza con la propria guida ed autista dal proprio hotel e trasferimento verso la Riserva di Batang Ai, zona in cui risiede la maggioranza della popolazione Iban, che vive nelle comunità “Longhouses”. (NOTA BENE: E’ consigliato preparare un bagaglio leggero o uno zainetto per l’esperienza di 2 giorni a Batang Ai, lasciando il bagaglio custodito nel van all’arrivo al Lago di Batang Ai). Lungo il percorso, che durerà tra le 5 e le 6 ore, si farà una sosta per il pranzo (libero) al Bazaar di Lachau: qui si avrà la possibilità di passeggiare e curiosare tra le minuscole e colorate bancarelle del mercato locale. Arrivo al Lago di Batang Ai previsto per le ore 13.30 – 14.00: qui ci si imbarcherà su una longboat che risalirà il fiume Nanga Sumpa fino ad arrivare a destinazione in circa 1 ora / 1 ora e mezzo. Check in al Nanga Sumpa Lodge. Cena in stile locale presso il Lodge. Pernottamento.

Giorno 4

Nanga Sumpa (Colazione/Pranzo/Cena)

 

Colazione presso il Lodge. Con la guida si inizierà un’escursione seguendo i sentieri della giungla lungo il fiume, fino a giungere alla propria longboat per proseguire poi fino alla cascata di Enseluai. All’arrivo alla cascata tempo libero in relax o a godersi la natura circostante. Tempo permettendo sarà possible anche rinfrescarsi nelle limpide acque della cascata. Pranzo barbeque preparato da uno degli Iban che vive nella Longhouse proprio vicino al Lodge. Gli Iban, storicamente conosciuti come “cacciatori di teste”, fin dal secolo scorso vivono in modo pacifico, dedicandosi alla caccia, alla pesca ed all’agricoltura. Anticamente la loro fede era animista, ma ad oggi la loro fede è per la maggioranza Cristiana, a seguito dell’arrivo degli inglesi nel Sarawak. Fino al secolo scorso le diverse comunità combattevano tra loro e rientrare alla propria Longhouse con una testa mozzata garantiva prestigio ed ammirazione. La pratica dell’headhunting, oltre ad essere legata alla guerra, era anche una prova di valore e coraggio prima del matrimonio. Altra caratteristica di questa popolazione è la pratica del tatuaggio. Un antico proverbio Iban recita “un uomo senza tatuaggi è invisiabile agli dei”: i tatuaggi erano legati per lo più alla religione animista, alla magia, all’attività di headhunting ma anche alla vita di comunità. Essi fungono da talismani contro gli esseri malvagi, celebrano vittorie in battaglia e raccontano la storia di ogni persona. Al termine del pranzo rientro al Lodge e visita della Longhouse. In quest’occasione si avrà modo di conoscere gli Iban nella loro quotidianità, con le loro attività e tradizioni. Cena in stile locale. Dopo cena si avrà la possibilità di trascorrere la serata ancora in compagnia della comunità Iban e, perchè no, di sorseggiare un bicchiere di vino di riso locale. Pernottamento presso il Lodge.

Giorno 5

Nanga Sumpa-Kuching (Colazione/-/-)

 

Prima colazione nel Lodge. Partenza per Kuching. Sosta per il pranzo libero durante il tragitto al parco di Ranchan, con le sue piccole cascate e giardini rigogliosi. Arrivo a Kuching nel primo pomeriggio e partenza per il city tour. Il Sarawak, oggi uno dei 14 Stati Federali che costituiscono la Malesia, è un territorio grande quasi quanto l’Inghilterra. Sempre appartenuto al Sultanato del Brunei, esso era ed è popolato da diversi gruppi etnici (come Iban, Bidayuh, Melanau e Kayan), che vivevano principalmente in tradizionali longhouses nascoste nella foresta pluviale. L’odierna città di Kuching, all’epoca denominata “Sarawak” (come il fiume principale dello stato), era un piccolo villaggio, fino al 1839, anno in cui venne fondata (ed in seguito rinominata) da un britannico, Sir James Brooke. Sir James Brooke era un ex militare britannico, il quale, nel 1830, dopo essersi ritirato dalla British East India Company, decise di acquistare una barca e di viaggiare nel sud est asiatico in cerca di fortuna. Nel 1838 sbarcava nel villaggio Sarawak, dove era in corso una ribellione da parte delle popolazioni locali (Dayak e Iban) contro il Sultanato del Brunei. Memore delle sue imprese militari, Brooke offrì il suo aiuto al Sultano, si mise alla guida delle truppe e, dopo numerosi combattimenti, in poco più di un anno e mezzo domò la rivoluzione. Come ricompensa gli venne conferito da parte del Sultano del Brunei il titolo di Raja del Sarawak (governatore); la dinastia dei britannici Brooke si susseguì poi per ben 95 anni. Kuching attualmente è popolata principalmente da malesi, seguiti dai cinesi (quasi il 30%), Iban, Bidayuh, Melanau, indiani e molte altre popolazioni locali. Il tour porterà a vedere le attrazioni principali della città passando per i vicoli labirintici della Old Town fino ad arrivare a China Town, il tempio cinese di Tua Pek Kong, la Moschea di Stato, il Kuching Waterfront da dove si potrà osservare l’Astana sulla sponda opposta e la zona coloniale composta dal Fort Margherita, Square Tower, Court House ed il Charles Brooke Memorial. Al termine del tour trasferimento in hotel per il check in. Cena libera. Pernottamento.

Giorno 6

Kuching-Mulu National Park (Colazione/-/Cena)

 

Prima colazione in hotel e check out. Trasferimento in aeroporto per il volo successivo. Arrivo all’aeroporto di Mulu e trasferimento al vicino Resort per il check-in. Pranzo libero al resort. Gunung Mulu National Park è una foresta pluviale protetta nel Borneo malese. È noto per le sue spettacolari vette e grotte, tra cui l'enorme Deer Cave (Grotta del Cervo) piena di pipistrelli. La grotta conduce al Giardino dell'Eden, una valle nascosta con una cascata racchiusa da scogliere calcaree. I Pinnacoli di Gunung Api sono formazioni calcaree alte e frastagliate con ripidi sentieri e rare orchidee. La cima del monte Gunung Mulu offre una splendida vista sul parco. Nel pomeriggio è prevista la prima escursione nel Parco: con una passeggiata di tre chilometri attraverso la foresta pluviale si raggiungerà il sistema di grotte più grande del mondo: Deer Cave e Lang Cave. La Deer cave, lunga poco più di 2 km, è parzialmente illuminata dalla luce solare. Il nome Deer è stato assegnato dai locali a questa grotta perchè qui erano soliti rifugiarsi i cervi. L’ingresso della Lang Cave si trova a breve distanza ed è la più piccola delle grotte, ma vale la pena vedere le sue formazioni rocciose. Queste sono ancora più suggestive grazie alla luce artificiale di faretti che mette in evidenza le stalattiti e le stalagmiti. Poiché la grotta è relativamente piccola e ben illuminata, offre buone opportunità di vedere alcuni dei suoi diversi abitanti come pipistrelli e serpenti. Dopo aver esplorato le grotte, si procederà all'”osservatorio” dei pipistrelli per ammirare lo spettacolo di milioni di questi mammiferi volare fuori dall'ingresso delle grotte sul far del tramonto (tempo metereologico permettendo). Al termine della visita rientro al Resort. Cena e pernottamento.

Giorno 7

Mulu National Park (Colazione/-/Cena)

 

Prima colazione nel Resort. Incontro con la guida e partenza a bordo di una longboat a Batu Bungan - un insediamento di etnia Penan: qui si potrà osservare lo stile di vita della tribù e si potranno anche acquistare piccoli souvenir prodotti artigianalmente. Si proseguirà successivamente fino alla Wind Cave (Grotta del Vento), con le sue sottili stalagmiti e poi alla Clear Water Cave (Grotta dell’Acqua Chiara) dove si avrà l’occasione di vedere il fiume sotterraneo. Prima di concludere la giornata ci si potrà tuffare nelle limpide sorgenti d'acqua. Prima di rientrare in hotel è previsto l’attraversamento del “Mulu Canopy Skywalk”, una passeggiata su ponti sospesi della lunghezza di 480 metri ed altezza che varia da 15 a 25 metri: da qui si potrà godere di una vista spettacolare sulla foresta pluviale, sul fiume Paku e si potrà anche scorgere il sentiero che porta al Monte Mulu, alto ben 2.376 metri. Pranzo al sacco in fase di escursione. Rientro in hotel. Cena e pernottamento.

Giorno 8

Mulu National Park-Kota Kinabalu (Colazione/-/-)

 

Prima colazione nel Resort. Al termine del tour trasferimento in aeroporto per il volo successivo. Benvenuti a Kota Kinabalu, la capitale dello Stato del Sabah. La storia di questa città è legata alla Compagnia Britannica del Borneo del Nord, che si insediò nel 1888 con un scalo commerciale proprio di fronte all’attuale città, sull’isola di Gaya, ottenendo l’amministrazione ed il protettorato del Borneo del Nord. La popolazione locale però, non accettando questa presenza imposta, iniziò una ribellione nel 1897 che riuscì a distruggere la base commerciale, costringendo questi ultimi a lasciare l’isola per spostarsi sulla terraferma, proprio nella zona costiera antistante. Questo secondo insediamento diventò presto un importante terminal portuale, tanto che gli Inglesi fecero costruire la North Borneo Railway (oggi utilizzata solo a scopo turistico) proprio per favorire il trasporto e la commercializzazione dei prodotti locali più importanti quali gomma, tabacco, petrolio. Presto questo scalo divenne una città, che venne chiamata Jesselton (in onore di un nome importante della Compagnia, Sir Charles Jessel). Solamente a seguito dell’annessione alla Federazione Malese, nel 1963, la città modificò il nome con Kota Kinabalu. La città, essendo stata distrutta durante la Seconda Guerra Mondiale dai Giapponesi, ad oggi si presenta come città moderna, con poche testimonianze del passato. Trasferimento in hotel per il check in. Cena libera. Pernottamento.

Giorno 9

Kota Kinabalu (Colazione/-/Cena)

 

Prima colazione in hotel. Partenza con la propria guida alla scoperta dei mercati di Kota Kinabalu nella zona del lungomare passando prima dal mercato filippino, poi al mercato locale – il piccolo ma colorato mercato del pesce. Ci si dirigerà poi verso Gaya Street dove si trova il Jesselton Post Office in stile coloniale (ricostruito dopo la Guerra) e la Torre di Atkinson; si salirà poi a Signal Hill, dove si farà una sosta per godersi il paesaggio dalla collina. Rientro in hotel. Pranzo libero. Nel primo pomeriggio partenza alla volta del fiume Klias e dell’ecosistema a mangrovie che ne cinge gli argini. In circa due ore di viaggio, attraverso villaggi e piantagioni di palme da olio, si arriva sul fiume; pausa caffè/tè ed escursione in barca motorizzata alla ricerca delle scimmie nasiche, primati endemici del Borneo. L’escursione offre, inoltre, la possibilità di osservare uccelli e bufali d’acqua. All’imbrunire si potrà assistere al meraviglioso spettacolo naturale di migliaia di lucciole che adornano gli alberi circostanti decorandoli come se fossero alberi di Natale. Semplice cena in stile locale nei pressi del fiume. Rientro in hotel. Pernottamento.

Giorno 10

Kota Kinabalu (Colazione/Pranzo/-)

 

Prima colazione in hotel e check out. Incontro con la propria guida e partenza verso il Kinabalu Park. Sosta the/caffe’ lungo il tragitto al Nabalu Market; da qui, tempo permettendo, si avrà una vista meravigliosa sul Monte Kinabalu. Il Kinabalu Park è diventato Parco Nazionale nel 1964: è stato il primo sito in Malesia ad essere riconosciuto “patrimonio mondiale” dell’UNESCO nel dicembre 2000 - per i suoi “eccezionali valori universali”. Situato sulla costa occidentale del Sabah, esso copre un’area di circa 754 kmq e circonda il monte Kinabalu, noto anche come Gunung Kinabalu in Malay. Quest’ultimo è una delle vette più alte del sud-est asiatico con i suoi 4.095 metri di altezza ed è visibile da quasi ogni parte dell'isola.  L'isola presenta una vasta gamma di habitat: dalla ricca pianura tropicale alla foresta pluviale di collina e poi, salendo di quota, dalla foresta tropicale montana alla foresta sub-alpina.  Arrivo al Giardino Botanico del Parco e inizio della visita; è sorprendente venire a sapere che, nonostante la sua ridotta dimensione al suo interno si possano contare – tra fiori, piante da frutto ed alberi – più di 5000 specie! Lungo il percorso si avrà occasione di vedere orchidee (nel Parco se ne contano circa 1200), la Medinilla speciose (Show Asian Grapes), la Nepenthes – pianta carnivora – solo nel Sabah ci sono 9 specie endemiche, tra cui la più grande esistente in natura, la Nephentes Rajah, che può raccogliere al suo interno fino a 3.5 litri d’acqua! Al termine della visita trasferimento alle Poring Hot Springs: durante il tragitto, con un pizzico di fortuna, si avrà l’opportunità di vedere la Rafflesia, il fiore parassita considerato il più grande in natura (può raggiungere i 100 cm di diametro). Il nome deriva dal suo scopritore, l’inglese Sir Thomas Raffles che la scoprì agli inizi dell‘800 in Indonesia. La sua fioritura va dai tre ai cinque giorni, per poi appassire velocemente diventando sempre più scura, fino ad annerirsi totalmente, dando l’impressione di essere totalmente arsa. Arrivo alle Poring Hotspring: qui con la propria guida si andrà alla scoperta di un altro angolo di giungla, dove, oltre alle sorgenti di acqua sulfurea, troviamo qui fitte piante di bambù, che qui crescono particolarmente rigogliose. Il percorso terminerà con l’attraversamento di una canopy walkway - di 4 ponti sospesi - che arrivano fino a 40 metri d’altezza. Al termine della visita è prevista la sosta per il pranzo in stile locale. Rientro a Kota Kinabalu. Serata libera e pernottamento.

Giorno 11

Kota Kinabalu-Sukau (Colazione/Pranzo/Cena)

 

Colazione in hotel o ritiro della breakfast box durante il check out. Trasferimento in aeroporto per il volo successivo. (NOTA: Si consiglia di portare con sé crema solare, articoli da toeletta personali, luce della torcia, repellente per insetti, borraccia, scarpe da passeggio, binocolo, macchina fotografica, cappello e impermeabile.) Trasferimento all’Orang Utan Rehabilitation Centre, che fu aperto nel 1964 con l’obiettivo di salvare questo primate dal pericolo di estinzione – questo pericolo è causato dalla massiccia distruzione del suo habitat per fare spazio alle piantagioni di palma da olio e, purtroppo, anche a causa della caccia illegale. Si passerà prima dalla nursery, dove si potranno vedere i piccoli di orang utan, che, orfani o feriti, vengono curati e nutriti con l’obiettivo di poterli reinserire nel loro habitat. Ci si dirigerà poi alla feeding platform, dove ci sarà la possibilità di osservare questi primati avvicinarsi alla piattaforma per nutrirsi di frutta e verdura lasciate appositamente per loro dai ranger del Centro. Successiva visita al Sun Bear Conservation Centre – l’orso malese - la specie più piccola di orso esistente al mondo. Anche questo mammifero purtroppo è in pericolo di estinzione, ancora una volta a causa dell’uomo: la bile di questo tenero mammifero viene utilizzato per la medicina cinese. Al termine della visita è previsto il trasferimento via terra fino a Sukau, sul fiume Kinabatangan. Pranzo e check in. Il Kinabatangan è il fiume più lungo del Sabah: qui, laddove le terre sono state risparmiate dalle piantagIoni di palme da olio, troviamo un vero e proprio paradiso di flora e fauna selvatica. Nel tardo pomeriggio partenza in barca alla ricerca di animali selvatici lungo il fiume Kinbatangan con possibilità di avvistare la variegata fauna che vive tra queste foreste. Rientro al Lodge per la cena e il pernottamento.

Giorno 12

Sukau-Italia (Colazione/-/-)

 

Sveglia alle prime luci dell’alba per la crociera all’Ox Bow Lake (lago a corna di bue). Questo lago, a forma di U, si forma in prossimità di una curva del fiume al termine di un processo naturale di deposizione ed erosione delle sue rive. Immersi nella foschia mattutina che si dirada con l’avanzare della luce, si avrà l’occasione di osservare in particolare varie specie di uccelli, quali aquile, buceri (nel Borneo se ne contano 8 specie), aironi, martin pescatori dai colori sgargianti, darter e pitte. Rientro al Resort per la colazione. Check out e rientro a Sandakan e trasferimento in aeroporto per il volo di rientro.

Giorno 13

Giorno 14

Giorno 15

Giorno 16

Giorno 17

Giorno 18

Giorno 19

Giorno 20

Giorno 21

Giorno 22

Giorno Hotel

Kuching - Riverside Hotel Majestic 5*

 


Nanga Sumpa - Nanga Sumpa Lodge

 


Mulu National Park - Mulu Marriott

Sungai Melinau, Jalan Mulu, 98070 Miri, Sarawak, Malaysia


Kota Kinabalu - Hotel Marriott 5*

 


Sukau - Sukau Rainforest Lodge

Lot 1, Pusat Perindustrian, Kolombong Jaya, Mile 5.5, Jalan Kolombong,, 88450 Kota Kinabalu, Sabah, Malaysia

Giorno IN Giorno OUT Hotel Notti
2 3 Kuching - Riverside Hotel Majestic 5* 1
3 5 Nanga Sumpa - Nanga Sumpa Lodge 2
5 6 Kuching - Riverside Hotel Majestic 5* 1
6 8 Mulu National Park - Mulu Marriott 2
8 11 Kota Kinabalu - Hotel Marriott 5* 3
11 12 Sukau - Sukau Rainforest Lodge 1

Giorno Mappa

Giorno costi e servizi

 

Costo per una persona in camera doppia.
 
€ 3.790
 
 
Servizi offerti 
 
 

Hotel di categoria prevista come nell’itinerario sulla base di 2 persone/camera.
Pasti come menzionati nel programma.
Guida parlante italiano dove prevista.
Autovettura privata per tutte le trasferte ed escursioni via terra.
Altri mezzi di trasporto come descritti nel programma.
Tutti gli ingressi come previsti nel programma.
Costo del visto in arrivo (se previsto).

 

TUTTI  I  SERVIZI  DENOMINATI

"SERVIZI  ESCLUSIVI"

  

Servizi non offerti
 
 

Tutti i voli sia dall'Italia che interni se non specificatamente inclusi (comprese le tasse aeroportuali).
Pasti non menzionati.
Spese personali e mancia per la guida e l'autista.
Qualsiasi altra spesa non specificata nella quota include.

 

Note

Il programma può variare senza preavviso a causa di cambiamenti di orario e/o cancellazione da parte delle compagne aeree locali.
Gli hotel possono essere oggetto di cambiamento fino al momento della prenotazione.

Giorno ✈ costi trasferimenti (non inclusi)

TrattaGiorno Costo
Italia - Kuching1da definire
Kuching - Mulu National Park6da definire
Mulu National Park - Kota Kinabalu8da definire
Kota Kinabalu - Sukau11da definire
Sukau - Italia12da definire

Scopri i nostri servizi esclusivi

Ti è piaciuto questo viaggio, vuoi richiedere più informazioni?

Compila il modulo e sarai subito ricontattato da un nostro consulente

Leggi queste condizioni di privacy e acconsenti